Un prodotto di eccellenza

Calzature made in italy, la base del loro successo?

La Progettazione

La fase cruciale in cui la scarpa prende forma

Nessuno può resistere all’eleganza di una calzatura Made In Italy. La loro comodità, la qualità dei materiali ma soprattutto il design, sono elementi che rendono questo accessorio unico e inimitabile. Le scarpe artigianali italiane sono le più bramate, cercate, collezionate e acquistate, non solo dalle fashion victim.

Le calzature Made in Italy sono spesso protagoniste indiscusse di sfilate, eventi mondani, film e serie tv. Basta accendere la televisione, o sbirciare tra le riviste, oppure andare su un qualsiasi motore di ricerca online per capire quanto siano amate, sia dalle donne che dagli uomini.

Vi siete mai chiesti il perché?

Se non lo sapevate, è giusto ribadire che l’Italia è conosciuta non solo per il suo patrimonio enogastronomico di inestimabile valore ma gode anche di un altro primato: quello delle calzature artigianali.  Una tradizione che ancora oggi costituisce una buona parte del PIL del Bel Paese.

La manualità e la cura nei dettagli da parte dei mastri calzolai italiani è un arte a tutti gli effetti. Non tutti però conoscono il lavoro che c’è dietro la costruzione di una scarpa 100% Made in Italy. Questo è un dato di fatto né tanto meno sanno da quante e quali parti sia composta una calzatura.

Alla base c’è sempre un progetto, frutto di ore e ore di studio, di bozze e di schizzi.

Affinché  una calzatura artigianale Made in Italy abbia successo, è importante aver sin da subito le idee chiare, soprattutto su elementi come:

–  Il genere. Si vuole creare una scarpa da uomo o da donna? Sembra banale ma la differenza è sostanziale. Ad esempio,  il numero 40 di una donna è più stretto rispetto a quello da uomo. Quindi, è giusto capire a chi ci stiamo riferendo.

Il modello. Sceglierlo è di fondamentale importanza, anche perché non tutte le calzature sono uguali. Lo sanno tutti che un mocassino e un sandalo non sono proprio la stessa cosa.

Lo stile. Elegante, sportivo, casual? Ogni occasione ha il suo dress code ed è giusto rispettarlo, anche quando si parla di calzature.

Questa fase è cruciale, perché senza di questa non è possibile realizzare una forma ad una scarpa. Il reparto formificio in accordo con lo stilista, ci fornirà informazioni utili  come l’altezza, la forma del tacco e quella della scarpa.

Per un lavoro a regola d’arte, il professionista deve tener conto quindi di:

–      Numerazione della scarpa

– Dimensioni di un piede standard (circonferenza del collo del piede e larghezza)

–     La tipologia di materiali da utilizzare per la composizione della calzatura

In fondo, è proprio in questo amore per i dettagli che si riconoscono delle vere scarpe comode Made in Italy.

Made srl

Piazza del Commercio 35
05018 Orvieto (TR)
PIVA: 01826910430

Follow